www.DirittoAlGioco.net

Ravenna e la cultura ludica partecipata

 

index - introduzione - attività - tema - archivio - gruppo promotore - opinioni - logo

Introduzione

Avviato il nuovo corso di progettazione della Festa del diritto al gioco 2017

promuovi anche tu il diritto a giocare all'aperto scarica la cartolina a promozione della festa 2017 Il progetto della Festa del diritto al gioco è arrivato alla sua quinta edizione e, come per l'anno scorso, un "Tavolo inter associativo ed istituzionale" ha imbastito una progettazione generale (vedi ultima Mappa generale, del 19 aprile 2017) dfesta del 28 maggio link egli eventi che hanno anticipato la Festa (vedi la pagina di Attività), e si è impegnato nella ricerca di fondi, nella creazione di una rete a supporto del progetto e sarà presente con un team di operatori nelle diverse animazioni ludiche in programma durante il "maggio in gioco".
Il 28 aprile 2017 si è realizzata la "riunioni allargate", tutte finalizzate a programmare ed organizzare l'evento culminante, cioè la Festa del diritto al gioco (realizzata il 28 maggio 2017 al pomeriggio), presso il parco Manifiorite di Ravenna.
Ma, prima di essa, molti altri piccoli eventi - tra febbraio e maggio 2017 - si sono realizzati distribuiti sul largo territorio cittadino, come i laboratori scolastici dal titolo "Diritti in gioco", gli interventi in scuole dell'infanzia limitrofe al parco per coinvolgere i genitori e la scuola tutta, le animazioni vari in parchi cittadini, i laboratori in centri doposcuola per generare risorse ludiche da giocare alla Festa, seminari e conferenze e altro ancora (scarica la bozza del volantino fronte e retro - con tutti gli eventi del "maggio in gioco").

E' da sottolineare che il progetto della Festa del diritto al gioco più che essere un evento è un processo teso a coinvolgere il territorio. La celebrazione della Giornata mondiale del Diritto al Gioco è perciò frutto di un processo partecipato, in cui molteplici attori del territorio (a partire da un nucleo di avvio) hanno tessuto relazioni di fiducia e stima reciproca, progettando ed organizzando eventi, nonchè per concorrere a co-costruire "risorse da giocare" alla Festa (vecchie e nuove); e prima dell'accadere di questa vi sono stati eventi minori raccolti in un ricco programma d'iniziative pubbliche e tutte gratuite, oppure specifiche come quella mirata alla formazione di docenti e componenti dell'associazionismo stesso (come il corso “Dire Fare Giocare: gioco ed inclusione sociale” - seconda edizione, realizzata tra febbraio e marzo 2017 (presso la sala riunioni di via Garatoni 1 - Ravenna). promozione 20 e 21 maggio 2017 link link

Da settembre 2015 sta lavorando un Tavolo inter-associativo, in ordine costituito dalle Associazioni Lucertola Ludens, Dalla parte dei minori, l'Arci, la Ruota Magica e ZebraGialla, Orsa Maggiore, nonchè il Consorzio Selenia e la Coop La Pieve, Villaggio Globale (primo nucleo di avvio del processo partecipato), a cui si sono aggiunte Marinando e Sorriso di Giada, il centro La Lucertola e l'associazione Mabuhay Italia Flippine.

scarica volantino Si riconosce un ruolo importante anche all'Unità Pedagogica dell'Assessorato alla Pubblica Istruzione e Infanzia del Comune di Ravenna, a supporto delle iniziative, logistico, perla promozione e di confronto. E' scelta e del Tavolo di, come per l'anno scorso, continuare a lavorare sul tema GIOCARE ALL'APERTO ED IL PROBLEMA DELL'INCLUSIONE SOCIALE. Sostanzialmente - con il percorso di avvicinamento alla Festa - si presume, ancora per altri anni a venire, di dare risposte e cercare possibili risoluzioni al problema "perchè è cosi' raro vedere giocare all'aperto persone con disabigiocare senza barriere link lità nei nostri parchi cittadini? e' possibile "giocare senza barriere a scuola come nel parco, senza limiti di età"? riusciremo ad ideare una Festa del diritto al gioco per tutti/e, sempre più inclusiva e con un buon carattere di partecipazione attiva?
Questo potrebbe essere fatto anche rivedendo il logo della Festa del diritto al gioco per rendere lo stesso "più inclusivo", sicuramente chiedendo contributo all'ideazione alle nuove generazioni. Va in questa direzione la richiesta di collaborazione con il liceo artistico di Ravenna e le attività di ideazione durante il laboratoro "Diritti in gioco" (vedi resoconto primo incontro), svolto in due scuole primarie, coinvolgendo in totale tre classi.
Uno sforzo maggiore dell'anno scorso è stato speso per incrementare eventi di pratica del diritto al gioco e di acculturazione verso lo stesso, e la nuova moderna concezione dell'infanzia/adolescenza, cosi' come viene definita dalla Convenzione sui diritti dei minori, cogliendo i sensi e le sfumature del popolare Manifesto dei "Diritti naturali" di Gianfanco Zavalloni, (nostro conterraneo scomparso da due anni e che si continua ad avere piacere a ricordarlo).
In tale direzione si vorrebbero generare più occasioni di gioco non solo in parchi e giardini, ma anche in strada e piazza - un esempio lo è stato la festa in strada fatta ad ottobre in via Ravegnana organizzata dall'associazione Ravenna centro storico (vedi link) a cui quest'anno è seguita la festa dei vicini del 27 maggio in via Don Minzoni. Un lavoro di "tessitura" di reti è già stato avviato con molti altri soggetti del territorio a partire da settembre 2015 e rinnovato a settembre 2016, come anche di partecipazione al bando della Cassa di Risparmio ricorrendo ad una prima "mappa generale n1" delle attività che anticipano la Festa, elaborata a settembre 2016. Ad oggi esiste un'altra versione di questa Mappa aggiornata al 19 aprile 2017.

piazze come luoghi di gioco
Quest'immagine è apparsa in un articolo su La Repubblica on-line indicativa di quanto anche a Ravenna ci piacerebbe poter constatare: gli adulti ricomincino a considerare validi ambienti per esercitare il diritto al gioco anche la strada e la piazza messe in sicurezza, per riconoscere le esigenze di crescita dei bambini/e - VEDI articolo di giornale in formato PDF
UNICEF - Child Friendly Cities - Citta amiche dei bambini e degli adolescenti - Il concetto di Città amica delle bambine e dei bambini è applicabile al governo di tutte le comunità – grandi o piccole, urbane o rurali – nelle quali sono presenti i bambini/e.
Affianco il logo con il link (al sito internet dellUnicef italia) per accedere al documento che fornisce un quadro di riferimento per definire e sviluppare una Città amica delle bambine e dei bambini. Identifica i Nove passi per costruire un sistema di governo locale impegnato ad attuare i diritti delle bambine e dei bambini. Traduce il processo necessario per l’attuazione della Convenzione sui diritti dell’infanzia, dai governi nazionali a quelli locali.
citta amiche dei bambini adolescenti link

A dopo Pasqua l'avvio dei laboratori dal titolo "Diritti in gioco", che coinvolgeranno due classi quarte della scuola Pasini ed una classe quinta della scuola Pascoli, centrate sulla promozione del gioco inclusivo per tutti e senza barriere - facendo tesoro del documento "Ostacoli al gioco" definiti dal punto di vista dei bambini/e e delle esperienze di laboratorio precedenti (2014 - 2015 - 2016). Vedi resoconto del primo incontro - secondo incontro - terzo incontro -

abbracciare includere
interviste all'adulto

Per il 07 maggio (scarica volantino promozionale) e mediante l'organizzazione operata dalll'Amata Brancaleone, si è realizzato evento presso la Rocca Brancaleone ( partire dalle ore 11 fino le 12,30 e poi al pomeriggio a partire dalle 15,30, combinando l'animazione ludica per le famiglie con la conferenza "Parchi per tutti Parchi inclusivi" condotta da Fabio Casadei - appunto per ritornare al tema specifico del progetto.
Si suggerisce la lettura di quest'articolo introduttivo "Gli spazi perduti dell'infanzia italiana", nonchè la visione del video "Giocare con gli altri fa bene. A tutti" (Giornata Nazionale UILDM 2017).
In prossime edizioni del nostro progetto si spera anche in una presenza di altro esperto/a sul tema "Città amiche dell'infanzia". A tale proposito vedere articolo di Francesca Sangineto, Psicologa (Redazione AdoleScienza.it): città a misura di bambino elaborando i dati di "Save di the children" a riguardo dell'Atlante 2015.
17 maggio presso Sala d'Attorre, ore 17,30 si è svolto incontro con Daniele Novara sul tema: "Lasciateci giocare: riflessioni sul tempo pieno dei bambini/e" (all'interno del programma "Voglia di crescere" del Comune di Ravenna).
13 e 14 maggio TUTTINBARCABILI - scarica locandina e programma - Da tre anni è attivo il progetto di “Marinando Sbarca a Scuola”, un progetto che mira alla presa di coscienza di giovani alunni e studenti,  delle potenzialità marittime del territorio, alla semplicità di un dialogo aperto tra le diversità e a far si che i ragazzi si sentano stimolati a conoscere una materia che raramente e solo pochi, sono portati a conoscere nel proprio percorso di vita: la navigazione a vela. E sempre nell’obbiettivo dell’integrazione, “Tuttinbarcabili”, alla sua 7° edizione, è la manifestazione in cui tutte le disabilità possono vivere una giornata di festa particolare e imparare che la vela, oltre ad essere uno sport praticabile per tutti, è anche valido strumento d’integrazione

tutti in-barca-abili link Per il 20 maggio si è realizzata la quarta edizione di "Arti in gioco" (vedi resoconto) presso zona antistante del Dock 61, in collaborazione con Arc.Studio SCARICA CARTOLINA PROMOZIONALE
Ancora il 20 maggio festa al parco Teodorico, dalle 15,30 alle 18,30, nello spazio erboso vicino al campo da basket, con giochi, letture e spettacolo; tutto a cura della Cooperativa Progetto A.
Quindi il 21 maggio animare la festa per il decennale del Centro Islamico presso giardino in fondo a via Maramotti - vedi resoconto dell'evento.
GiocoSport inclusivo: 22 maggio al palazzetto A Costa di Ravenna dalle 9 alle 12,00 - un'attività di dodgeball adattato.
23 maggio piccola festa delle famiglie dei bambini/e della scuola dell'infanzia Monti con animazione ludica al parco in via Capodistria, ricevendo supporto dal gruppo "Genitori in gioco " e dei migranti organizzati dalla coopertiva Persone in movimento, nonchè la presenza di Zebra Gialla.
27 maggio - festa dei vicini di via Don Minzoni, a partire dalle 17,00 con la chiusura della strada; evento utile ad “avvicinare i residenti” che concorrono a rendere ospitale e conviviale la strada che abitano anche per altri/e, con giochi, cibo, musica ed altro.

diritto al gioco per tutti

Anche tu da libero/a cittadino/a puoi fare qualcosa per dare il tuo contributo al cambiamento auspicato: che cosa ne dici della nostra CAMPAGNA PER SENSIBILIZZARE LE ISTITUZIONI DEPUTATE AGLI INTERVENTI URBANISTICI - ATTRAVERSAMENTI PEDONALI VERSO I PARCHI PUBBLICI, vedi PDF (250 Kb)concittadini

Con il progetto si è partecipato al bando di ConCittadini, organo dell'Assemblea Legislativa della Regione EmiliaRomagna - VEDI Link ed anche per quest'anno abbiamo vinto un premio, il primo premio!

Per un resoconto della Festa 2016 (ed anni precedenti) e del suo processo partecipativo, con tutte le attività e soggetti coinvolti, visita la pagina Archivio

A testimonianza dell'evoluzione graduale del progetto, dalla sua prima fase di pianificazione sino alla costruzione di una rete solidale che ha partato alla realizzazione del progetto stesso si mettono a conoscenza le diverse Mappe Generali 2016/2017: settembre 2016; 04 novembre 2016; 14 dicembre 2016; 20 gennaio 2017; 30 gennaio 2017; 16 febbraio 2017; 16 aprile 2017; 19 aprile 2017; ...

Si ringrazia l'amministrazione del Comune di ravenna per la fiducia accordata che da quest'anno ci riconosce anche la compartecipazione alle spese, nonchè Legambiente circolo matelda per i supporti ulteriori e la Coop Aquileia per avere fornito buoni spesa per la merenda alla Festa del 28 maggio al parco Manifiorite.