www.DirittoAlGioco.net

Ravenna e la cultura ludica partecipata

 

index - introduzione - attività - tema - archivio - gruppo promotore - opinioni - logo

Attività

ATTIVITA'
che hanno anticipano e preparato la Festa del diritto al gioco 2017

promozione
scarica il fronte ed il retro del volantino con tutti gli appuntamenti del "maggio in gioco"

La Festa al Parco Manifiorite del 28 maggio 2017 - come per le precedenti edizioni - è stato un evento co-costruito a mezzo di un processo partecipativo e di rete, sviluppato tra settembre 2016 e maggio 2017, che gradualmente porta a definire i contenuti della Festa, promuovendo la stessa in più luoghi della città con altri eventi che la anticipano a partire da aprile 2017, mirando ad obiettivi quali:

- la sensibilizzazione al valore e pratica del diritto al gioco (mirato all'inclusività sociale e praticato all'aperto);
- di protagonismo e partecipazione delle diverse fasce d’età;
- di promozione del confronto/conoscenza tra culture ludiche “altre” e locali (intercultura e identità del territorio);
- di accessibilità ed inclusività ai luoghi di gioco.
L’orizzonte culturale è quanto espresso dalla Convenzione UN dei diritti dei bambini/e e il documento locale di ricerca sugli “Ostacoli al gioco all'aperto” definiti dai bambini/e, in continuità e risposta all'interesse sollevato con le QUATTRO passate edizioni (vedere Archivio).

Facendo riferimento all’ultima mappa in formato A3 elaborata a metà febbraio 2017, e dell'ultima riunione del Tavolo inter-associativo del 13 febbraio, sono accadute delle evoluzioni e si sono chiarite altre posizioni che portano alla definizione di una nuova mappa datata al 10 maggio 2017, probabilmente quella definitiva prima della Festa.promuovi anche tu l'inclusione

Si è realizzato il 27 febbraio presso la sala riunione dell’Ufficio Istruzione il seminario Parchi per tutti Parchi inclusivi che hanno visto la presenza dell’Assessora Ouidad Bakkali e del tecnico dei parchi cittadini Matteo Cavezzali, a sensibilizzazione del diritto al gioco all’ aperto esteso anche ai portatori deficit (vedere pagina che fa memoria dell'evento) .

paola protti
fabio casadei

Una diversa concezione di "gioco e giocattoli inclusivi" adatti per i parchi cittadini, che è stata bene evidenziata da Claudia e Raffaella del Blog/parchi per tutti, cioè giocattoli che stimolano il "fare/giocare assieme", non più "altalene per i disabili" ma "altalene con i disabili", in un contesto che soprattutto consideri molteplici disabilità con opportunità di gioco differenziate, nonchè l'accessibilità ad essi. A tale riguardo si riporta link al bell'articolo di Claudia e Raffaella del Blog ParchixTutti - l'altalena della discordia - e vedi resoconto del seminario
Vedi articolo di Silvia Manzani su RomagnaMamme dal titolo: Parchi inclusivi, il designer: “Aggiungere due altalene per disabili non serve a nulla

Il 06 marzo al mattino assieme a Leonardo si è avuto cordiale incontro con il nuovo presidente della Fondazione Cassa di Risparmio per presentare il nostro progetto, che a settembre 2016 haaderito al bando.

Le associazioni Zebra Gialla e Lucertola Ludens, coinvolgendo l'università di Bologna (Scienze della qualità della vita) hanno partecipato ad evento organizzato dalla cooperativa Kaleidos presso Fiera del benessere di Faenza nel week end 18 e 19 marzo, alla tavola rotonda sul gioco ed il benessere del mattino e gioco ed intercultura del pomeriggio (vedi foto della tavola rotonda con gli esperti). Eventi che concorrono a promuovere cultura ludica sfondo per la Festa del gioco nonché relazioni con altri soggetti del territorio che si occupano di simili questioni. Dell’evento si è fatto breve resoconto con foto in pagina web – vedi link.

L'evento è stato realizzato a Faenza all'interno della "Fiera del benessere", padiglione dedicato al gioco con convegno dal titolo : INCONTRARSI GIOCANDO "giocare e imparare all'aperto" (al mattino) e "Confronto di culture ludiche" (al pomeriggio) - organizzato in collaborazione con la Cooperativa Kaleidos, con un ricchissimo programma di attività ludiche per le famiglie nelle giornate del 18 e 19 marzo - vedi la pagina Incontrarsi Giocando 2017, resoconto del convegno e del contesto Fiera del Benessere di Faenza.

Al seminario del 27 febbraio è seguita riunione il 31 marzo ore 10,30 presso Centro Servizi del Volontariato, con un gruppo di referenti di organizzazioni locali e di Rimini per avviare un percorso teso a realizzare anche a Ravenna un parco inclusivo. Tra le azioni previste c’è la realizzazione di altro momento pubblico sul tema dei “Parchi inclusivi, parchi per tutti” per il 07 maggio presso Rocca Brancaleone, (vedi resoconto) coinvolgimento e collaborazione dell’Amata Brancaleone. Nel pomeriggio è prevista animazione ludica per le famiglie (e il 21 aprile presso locali di Città Attiva alle ore 20,00 si è realizzata prima riunione per organizzare l’evento). Con questa scelta si chiude anche la ricerca di realizzare eventi in piazzetta Unità d'Italia o nella rinnovata e pedonalizzata piazza Kennedy come si era ipotizzato in origine.

Tra le varie azioni da intraprendere si è richiesto incontro con Assessora Pubblica Istruzione e infanzia nonché assessore all'Ambiente – che è stato prontamente accettato e realizzato il 10 maggio alle ore 9,00, anche nell'intento di organizzare con loro visita guidata al parco inclusivo di Rimini “Tutti a Bordo” (accompagnati da Fabio Casadei, il progettista e dalla locale blogger dei “parchi per tutti”). Si attende ora nuova convocaizone del gruppo misto affinchè si cominci a tracciare una rotta con tappe di attività, tra la progettazione partecipata del parco inclusivo anche a Ravenna e di una ondivisine di buone pratiche tra i oggetti dell'associazionismo locale che stanno facendo attuando progetti apromozione dell'inclusione sociale nelle scuole, affinchè si possa meglio supportare il progetto specifico del parco con una cultura inclusiva diffusa.dire fare giocare gioco ed inclusione sociale

Tra febbraio e fine marzo si è realizzato come di programma e concluso il corso Dire Fare Giocare: gioco ed inclusione sociale attraverso la metodologia di insegnamento, seconda edizione (vedi pagina che promuovere il corso) per un'educazione motoria e allo sport in cui “l'attenzione al ciascuno/a prevale sul qualunque”, condotto da Serafino Rossini, con buona adesione dei docenti e soddisfazione per gli apprendimenti. Si stanno ora inviando gli attestati di partecipazione con il riconoscimento UST (foto)uno sciame di biciclette - maxi girandola collegamento

02 aprile - UNO SCIAME DI BICICLETTE l'associazione Lucertola Ludens ha aderito all'iniziativa per raccogliere fondi utili alla Festa del diritto al gioco, contribuendo con un laboratorio di costruzione di "generatori di sorrisi" (vedi la pagina internet che fa memoria dell'edizione precedente).

intervistaCon l’avvio dei laboratori (coinvolgendo tre classi delle scuole Pasini e Pascoli) sui diritti della Convenzione (dal titolo “Diritti in gioco”, a partire dal diritto al gioco), si proporrà alle classi di coinvolgersi anche in una ri-progettazione del logo, manipolando creativamente immagini tratte da internet che rappresentano il tema dell'inclusione con le silhouette caratteristiche dei cartelli stradali (elementi di cui è costituito il logo attuale). Ad oggi è stata realizzato resoconto del primo incontro con una classe “vecchia” (che ha già realizzato il percorso l'anno scorso e che quest'anno si proietta in uno più ambizioso) e da cui si evince l'avvio della progettazione del nuovo logo, affinchè si possa riconoscere in esso elementi rappresentativi di di una maggiore inclusività.

Giocattoli di là del muro - La relazione con la Casa Circondariale di Ravenna avviata da settembre 2016, con l'anno nuovo è ad un momento di stallo, perché nella stanza in cui si realizzano i laboratori si devono effettuare “prove di carico” affinché si certifichi la sua idoneità. Al momento tutti i corsi che coinvolgono gruppi di detenuti sono sospesi.
Comunque non si è mai sospesa la collaborazione tra l’Ass. Lucertola Ludens, Arci e Coop La Pieve per continuare ad ideare/realizzare strumenti e materiali ludici in legno sia sul versante del gioco inclusivo via giochi da tavolo, e sia dei grandi giocattoli per eventi in parchi, strade e piazze cittadine.catapulta in strada collegamento
Resta disponibile tutto quanto è stato già realizzato alla casa circondariale e sia nuove cose; parte di questo è stato presentato al convegno TUTTINGIOCO del 29 aprile ed altro è stato messo alla prova in più situazioni, trovando applicazione il 07 maggio nell'evento alla Rocca Brancaleone (vedi promozione), durante il tardo pomeriggio del 27 maggio alla Festa dei vicini di via don Minzoni.

29 aprile - CONVEGNO Tutti in gioco: il gioco come strumento educativo in contesti variegati, con capofila la cooperativa La Pieve, portando notizia dei risultati delle sperimentazioni che si stanno facendo in centri educativi con persone affette da autismo, in classe, alla casa circondariale, all'interno di associazione sensibile a persone affette da sclerosi multipla. L'evento è accaduto presso Palazzo Rasponi 2, Ravenna, dalle 9,00 alle 12,00 - vedi promozione vedi programma

Interventi di laboratorio e coinvolgimento ACER – sperimentare alcuni laboratori in condomini popolari, con l'obiettivo minimo di generare risorse con i bambini/e affinché la Festa sia PER loro e anche CON la loro attiva partecipazione. Da qualche anno il Servizio di Mediazione ha riscontrato con sempre maggiore frequenza conflitti tra bambini/e e adulti (anziani e non solo) residenti nell’edilizia popolare, causando a volte il perdurare di tensioni e situazioni di intolleranza reciproca su base etnica. Percorsi già avviati dalla referente ACER ha già messo in evidenza come i bambini/e siano risorsa, nonché risulta evidente la loro capacità di riuscire a fare ciò che per gli adulti è più complesso: sperimentare l’integrazione delle diverse culture o la cura degli spazi comuni. Ad oggi sono state fatte assemblee per gruppi distinti ed riunioni comuni condominiali, presi impegni di responsabilità reciproca tra adulti e bambini/e sulla tematica diritti/doveri di fronte a testi scritti e firmati reciprocamente. Sarà con loro che si coadiuverà per arrivare dal Sindaco, difensore dei diritti dei bambini/e nelle “Città amiche dei bambini/e”, come Ravenna si è dichiarata. Il primo incontro con La Casa Volante di via Fiume sarà per giovedi' 11 maggio dalle 17, costruendo assieme iun giocatolo anche pr realizzarne altri per la Festa, ideando giochi con lo stesso e realizzando possibili supporti al gioco.
Si è avviato laboratorio alla Casa Volante - vedi resoconto

Sono stati avviati con tre classi delle scuole Pascoli e Pasini il laboratorio “Diritti in gioco”. Giunto alla sua quarta edizione, in esso si esplorano i diritti, gli ostacoli al gioco all’aperto e all’inclusione sociale, si parla della Festa e si raccolgono idee su di essa, inoltre si avvia la ri-progettazione del logo (che sia più coerente con con la rappresentatività dell'inclusione sociale, a confronto con il tema dei Parchi per tutti/parchi inclusivi). Questione centrale del laboratorio è la ricerca del protagonismo dei “minori” per le questioni che li riguardano da vicino, dalla presa di coscienza del problema alla ricerca di soluzioni possibili ed accessibili ai “minori”, e che incidano sul bene della comunità di riferimento.
In origine si era pensato di arricchire il laboratorio anche con la presenza di Sirius e la video intervista, ma causa cambio di impegni lavorativi, questo potrebbe non essere più possibile. Resta la disponibilità di Rosa della Ruota Magica a portare la sua testimonianza.
Vedi il resoconto del primo - secondo - terzo - quarto incontro di laboratorio.

In seguito a circostanze fortuite generatesi durante l’evento PasseggiAmo - durante la domenica ecologia del 05 marzo – organizzata da Legambiente, tra l’associazione Lucertola Ludens la cooperativa La Pieve e cooperativa “Persone in movimento” (che si occupa di migranti e loro integrazione ed interazione con la città) è stata avviata collaborazione per valutare la possibilità di coinvolgere gruppo di giovani migranti a supportare le attività di animazione che anticipano la Festa.
Inizialmente si sono realizzati due incontri presso il centro Quake al mattino (il primo è definito per il 28 aprile), presentando al gruppo dei migranti il laboratorio fatto di giochi e giocattoli, nonché i grandi giocattoli da costruire. In origine era previsto un loro coinvolgimento a supporto delle attività del 07 maggio presso Rocca Brancaleone e poi il 23 maggio al mattino, a supporto dell’animazione ludica con le famiglie della scuola dell’Infanzia Monti, nel parchetto di via Capodistria (che è tenuto pulito dal gruppo stesso dei migranti), nonchè per la Festa del 28 maggio, ma poi si è scoperto diverso...costruire il saltatappo alla casa volante collegamento

Sono stati realizzati laboratori brevi (2/3 incontri l’uno) all’interno dei doposcuola Arci (presso le scuole primarie Ricci Muratori e Pasini), entrambi tesi a realizzare risorse ludiche per la Festa, nonché promuovere la Festa direttamente all’interno di questi servizi (anche decentrati rispetto al quartiere Darsena).
Simpatico anche l'incontro a più riprese con il gruppo misto della Casa Volante (in via Fiume, supportato da Acer ed Arci), in cui si è costruito e giocato, promuovedo direttamente la partecipazione alla Festa e il suo arricchimento.

Si sono realizzati laboratori che hanno portato le scuole dell’infanzia Monti, Arcobaleno e Manifiorite a concorrere e partecipare alla Festa.genitori in gioco collegamento
Il pomeriggio del 19 aprile dalle 17,00, c’è stato incontro con docenti della scuola Monti e Camilla (referente del comitato dei genitori), per definire l'animazione ludica presso l'Area Verde di via Capodistria (poi realizzata nella mattina del 23 maggio), nonché generare risorse ludiche anche per la Festa del 28 maggio. Con i Genitori in gioco si è “giocato con la carta”, generando giochi strutturati (che faranno ricorso anche all'uso di corde, cerchi e scatoloni) che poi sono diventati supporti per le attività gestite dai genitori, avendo come sola presenza osservatrice il gruppo dei migranti accolti ed organizzati dalla Cooperativa Persone in Movimento.
Il primo incontro di tre, con i Genitori in gioco si è realizzato venerdì 05 maggio al mattino, discutendo sull'organizzazione della mattina di giochi e costruendo un giocattolo da usare per la festa del 23 e poi per arricchire quella del 28 maggio. Poi ci si è continuato a vedere per realizzare più giocattoli ed affinare le attività ludiche per la festa del 23 maggio, nonchè realizzare sopraluoghi.

Piccole e maxi girandole - Con docenti della scuola dell'infanzia Arcobaleno si sono definite le date per lavorare al mattino con i genitori al fine di costruire di maxi girandole (utili sia a generare percorsi che come grandi giocattoli che come installazioni) e nella giornata del 09 maggio si sono incontrati i genitori. Il 03 maggio al pomeriggio primo incontro alla scuola Manifiorite coinvolgendo solo i docenti per imparare realizzare le girandole in maniera autonoma e definire meglio che co sa si vuole fare alla Festa (preparare il materiale che verrà utilizzato per attivare laboratorio di costruzione di piccole girandole durante la Festa, nonchè l'installazione fatta con le maxi girandole). Con la scuola Manifiorite, si stanno anche evolvendo altri percorsi avviati a novembre su altro progetto che può confluire in una mini esibizione di prodotti della manualità creativa (e che hanno già trovato esposizione nel progetto Libro Libera Tutt*).

Secondo quanto mi comunica Mirko (educatore del Quake), che riporta messaggi dai superiori, quest’anno il centro giovani Quake sarà inagibile causa danno infrastrutturale all’ingresso; si presuppone che per maggio non sarà stato riparato il danno, di conseguenza non vi si potrà accedere al centro Quake durante il pomeriggio di Festa per usufruire delle toilette e non sono previste performance da parte degli adolescenti.

In sintesi ad oggi sono previsti i seguenti interventi, sia come eventi culturali e sia come animazione educativa nei seguenti luoghi di Ravenna e come strategia per organizzare gli eventi si è ricorso al collegarsi a quanto nel territorio già è in essere. La seguente lista sarà quella che farà il corpo centrale del dépliant del Comune che promuove in città “il maggio del diritto al gioco”:rocca brancaleone

Domenica 07 maggio, (VEDI VOLANTINO) Rocca Brancaleone animazione ludica alle 10,00 e alle 15,30 con e conferenza alle ore 16,30 sul tema dei “Parchi per tutti Parchi inclusivi”, di cui c’è disponibilità del progettista Fabio Casadio a portare suo contributo, nonché di Mirella Borghi (referente comitato locale UNICEF) a trattare del tema delle “Città amica dei bambini”.
Ulteriore arricchimento sarà fornito dalla presenza dell'’angolo dei giochi da tavolo del lontano oriente: l’associazione italo-filippina Mabuhay propone il gioco del Karrom (India, Sri Lanka, Filippine), del Go/weiqi/baduk (Giappone, Cina, Corea), del Mahjong (Cina, Filippine, Vietnam, Taiwan, Romagna), del Pakisi/ludo (India, Nepal, Bangladesh), della Sungka/chonga (Filippine e Indonesia), del Xiang Qi (scacchi cinesi). (Vedi resoconto)

Il 17 maggio presso Sala d'Attorre, ore 17,30 incontro con Daniele Novara sul tema: "Lasciateci giocare: riflessioni sul tempo pieno dei bambini/e" (all'interno del programma "Voglia di crescere" del Comune di Ravenna).

14 e 15 maggio perché c’è grossa manifestazione programmata da Marinando dal titolo Tutti-imbarc-abili

Per il 20 maggio è previsto di realizzare la terza edizione di "ESTRARRE L'ARTE DALL'ERRORE" - quarta edizione di "Arti in gioco" (scarica volantino promozionale) presso zona antistante del circolo Dock 61 (via magazzini Posteriori), in collaborazione con Arc.Studio e altri animatori a supporto per un evento costruito su più centri di interessi ludico artistici per giocare con l'arte.

Altro evento di animazione ludica che si aggiunge alla lista è quello organizzato dalla cooperativa Progetto A (pre e doposcuola), previsto presso parco Teodorico per il 20 maggio.

21 maggio, dalle 16,00 alle 20,00 - parchetto alla fine di via G Bosi Maramotti, vi sarà la festa di celebrazione del decennale moschea Attiqua. Su indicazione degli organizzatori si è fatta richiesta di presenza di Mastro Nocciola e Primo con il laboratorio sugli aquiloni (utile espediente nel tentativo di avvicinare anche pachistani ed afgani a costruire i loro modelli di aquiloni, mettendo loro a disposizione materiale). Scarica volantino promozionale - Vedi resoconto dell'evento e il video di Ravenna Web Tv

GiocoSport inclusivo: 22 maggio al mattino presso il palazzetto A Costa di Ravenna dalle 9 alle 12,00 - un'attività di dodgeball adattato a cura della cooperativa La Pieve.

23 maggio, festa nell'area verde di via Capodistria al mattino, collaborando con i genitori della scuola dell’infanzia Monti e probabilmente con i migranti organizzati dalla Coop Persone in movimento - piano di lavoro

27 maggio - festa dei vicini di via Don Minzoni, a partire dalle 17,00 con la chiusura della strada; evento utile ad “avvicinare i residenti” che concorrono a rendere ospitabile e conviviale la strada anche per altri/e, con giochi e cibo musica ed altro - vedi resoconto.

FESTA DEL DIRITTO AL GIOCO vedi resoconto
Nel pomeriggio del 28 maggio si è realizzata la Festa nel parco Manifiorite, coinvolgendo molti altri soggetti con cui si è collaborato nei mesi precedenti, sia per realizzare risorse ludiche da giocare alla Festa sia per altri eventi che hanno anticipato l'evento culmine del progetto. Nonchè si è ricevuto il supporto di altri soggetti che portano in simpatia il loro contributo alla Festa, e che negli anni hanno garantito adesione.
In quest'evento si è chiusa al traffico la strada che fiancheggia il parco (via Eraclea), sia per motivi di sicurezza e sia per un utilizzo della stessa come luogo aggiuntivo di attività di gioco.
L'evento si è caratterizzato per una molteplicità di opportunità di gioco, “per” (realizzate dagli adulti e da loro condotte) e “con” i bambini/e (realizzate con la collaborazione dei bambini/e di vari servizi), nonché anche da loro autogestite (come gli sfondi ludici).
In questa circostanza si sarebbe dovuta realizzare anche un'attività con funzione di ponte con il Festival delle Culture 2017 (che cade a metà giugno), per motivi di salute non si è avut ala partecipazione di un gruppo di studentesse universitarie che volevano portare un laboratorio intitolato IN-SCATOLA FUTURO. Con esso si prevedeva di usare tanti scatoloni da colorare e scrivere, sulla base del “differenziale semantico”: da un lato una "brutta parola" dall'altro lato il suo opposto (es: rifiuto/accoglienza). Con questi scatoloni e durante il Festival delle culture, in Darsena, si andrà ad agire un fatto simbolico: costruire un grande muro da abbattere (l'ultimo giorno) che mostra le parole del rifiuto e ricostruire con le parole dell'accoglienza.
Alla Festa era presente ambulanza della Croce rossa e vi sono stati alcuni passaggi della nostra polizia municipale.

CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE
Raccolta firme - come già avviata anni fa, a promozione di passaggi pedonali più sicuri nei pressi dei giardini e parchi gioco della città (con il supporto di Legambiente)
Regolamenti condominiali - Il gioco come diritto negato nei regolamenti condominiali e sensibilizzazione degli amministratori, con Sindaco testimonial. Attivazione di un gruppo di lavoro ?
Manifesti in città - La disabilità e il gioco nella vita quotidiana mostrata attraverso manifesti disseminati in città. Attivazione di un gruppo di lavoro ?
Gruppo di lavoro: Un parco inclusivo anche a Ravenna, con la riunione del 31 marzo si è avviato un coordinamento al fine di individuare forme di finanziamento, promozione culturale e collaborazione con il Comune, il luogo per il parco e un a progettazione partecipata, nonché lavorare in forma coordinata sul tema dell'inclusione sociale come obiettivo culturale

TAVOLO INTER-ASSOCIATIVO RISTRETTO 2016/2017: Associazioni Lucertola Ludens, Dalla parte dei minori, La Ruota Magica, Arci, ZebraGialla, Villaggio Globale, Consorzio Selenia, Coop Progetto Crescita e La Pieve, a cui i sono recentemente aggiunte anche Marinando, il Sorriso di Giada, Centro La Lucertola, associazione Italia Filippine Mabuhay

MAPPA GENERALE vedi la versione del 10 maggio 2017